La valle di Binn

La valle di Binn fa parte delle vallate più intatte dell’arco alpino. Nel 1964, gli abitanti ed il patriziato di Binn decisero di dichiarare area protetta la maggior parte della loro valle e con ciò aprirono la via ad uno sviluppo sostenibile. Il contratto tutelare per la valle di Binn fu firmato con i partner Associazione Svizzera Pro Natura e col Club Alpino Svizzero (CAS). La durata di questo contratto è di 100 anni.

La valle di Binn è nota nel mondo intero per la sua ricchezza mineralogica. In nessun’altra regione delle Alpi fu scoperta una tale moltitudine di svariati minerali. Tra questi figurano 20 esclusività mondiali ! La maggior parte di questi minerali venne e viene portata alla luce nella miniera di Lengenbach. La maggior parte è tipica per gli strati dolomitici.

Non soltanto a causa dei minerali, ma anche per quel che riguarda la flora, la Valle di Binn viene chiamata “La valle dei tesori nascosti”. Parecchie rarità botaniche attirano ogni anno numerosi conoscitori. Gli ospiti “non specializzati” godono lo spettacolo dello tappeto multicolore di fiori alpini.

Con un poco di fortuna, potrete avvistare la maggior parte degli animali che compongono la fauna alpina svizzera: camosci, stambecchi, cervi, caprioli – ed anche il re dell’aere, l’aquila reale, può essere osservata.

Da parecchi millenni, l’uomo ha vissuto nella valle di Binn. Nel corso della preistoria e della protostoria, il colle d’Arbola era già uno dei valichi più importanti tra il Vallese e la pianura padana. Ritrovamenti di tombe d’epoca celtica e romana testimoniano un precoce popolamento della valle. Armi ed ornamenti possono esser ammirati nel Museo Regionale, proprio accanto all’Albergo Ofenhorn.

Wilere con la chiesa parrocchiale di San Michele e la frazione di Schmidigehischere con il suo antico ponte ad arco e l’Albergo Ofenhorn, sono classificati quali abitati d’importanza nazionale. Questo vale anche per la frazione di Fäld ( Imfeld ), uno dei nuclei più intatti di tutta la Svizzera. Da decenni, gli abitanti e le autorità comunali di Binn si adoperano per salvaguardare il loro prezioso patrimonio culturale.

Naturalmente e non per ultima, l’agricoltura di montagna con i suoi curati prati e pascoli fa parte di questo patrimonio. L’assiduo secolare lavoro delle famiglie di agricoltori montani hanno formato questo insieme naturale e culturale, un insieme similmente apprezzato dalla popolazione locale e dagli ospiti,

Il Parco Naturale della Valle di Binn è un progetto mirante alla creazione ed alla perenne cura di un parco regionale d’importanza nazionale. Insieme con i comuni limitrofi, le donne e gli uomini di Binnsono fermamente decisi a preservare il loro ricco patrimonio naturale e culturale ed a sfruttarne le risorse in maniera sostenibile.

www.landschaftspark-binntal.ch

 

Indirizzo postale

Hotel Ofenhorn
Ufem Acher 1, CH-3996 Binn
Telefono +41 (0)27 971 45 45
E-Mail

Gerenti:
Regula Hüppi e team

© 2011 - 2017 | webdesign, webentwicklung, webhosting powered by indual